Paese dell'Asia sud-orientale situato tra India, Bangladesh, Laos, la Cina e Thailandia; si affaccia sul Golfo del Bengala ed occupa la parte della costa occidentale della penisola indocinese. Dal 18 giugno 1989 denominata ufficialmente MYANMAR - capitale NAYPYIDAW

 

IL governo

Questo Paese dalla storia millenaria diventò una repubblica nel 1948 ma, a partire dal 1962, due colpi di Stato militari assoggettarono la Nazione ad una dittatura che permane tuttora. Figura di spicco nella lotta per la democrazia è Aung San Suu Kyj, premio Nobel per la pace nel 1991, arrestata due volte e ancor oggi agli arresti domiciliari. Il governo dittatoriale rende la Birmania un Paese povero ed arretrato, talvolta persino sconosciuto ai più e chiuso a qualsiasi spiraglio di miglioramento.


L'economia

La moneta ufficiale è il Kyat.
Pur avendo una forte potenzialità di risorse, il Paese è tra i più poveri al mondo, a causa dell'isolamento politico, della cattiva gestione e del ristagno economico. Vi si coltiva soprattutto riso ed altri cereali, patate, legumi e canna da zucchero. Poche sono le industrie; allevamento di bovini e pesca sono anche diffuse. Si produce legname e si coltiva caucciù; infine, la Birmania ha discrete riserve petrolifere, giacimenti di minerali diversi.


La vita sociale

La vita sociale è molto semplice, vista la povertà e l'arretratezza dilaganti. Nei villaggi tradizionali il monastero è il centro della vita culturale e i monaci sono rispettati e venerati da tutti. Il colonialismo britannico ha introdotto elementi occidentali specialmente nelle città come Yangon. La popolazione birmana è molto variegata, e non sempre le diverse etnie riescono a convivere accettandosi reciprocamente. Vi è una discreta immigrazione di commercianti cinesi, pakistani, tailandesi e indiani.


La religione

Il 90% della popolazione è buddista; il 5% è cristiano, per il resto si pratica islamismo sunnita e induismo.Il Buddismo Theravada spesso ricorre come tema principale nelle arti di vario genere; la figura del monaco è vista come guida e come punto di riferimento.


L'ambiente

Su un territorio di 678.500 Km quadrati, vive una popolazione di 51 milioni di abitanti. Il clima è tropicale monsonico ma è variabile secondo il livello di altitudine. In alcune zone vi è clima subtropicale temperato mentre nelle zone montuose oltre i 3.500 mt. il clima è freddo, con precipitazioni anche nevose.
Non mancano purtroppo i disastri ambientali dovuti a terremoti e cicloni; inondazioni e frane sono frequenti durante la stagione delle piogge, e si alternano a periodi di siccità.




Nel 2007 i monaci birmani hanno dato il via ad una ribellione non violenta nei confronti del regime, che ha rappresentato l'ennesimo tentativo di sottolineare la propria "essenza", nonché presa di posizione rispetto ad una situazione politica ed umana inaccettabile; purtroppo, da un lato si è verificata una repressione molto dura da parte dell'esercito, con un gran numero di arresti ed esecuzioni, mentre dall'altra un primo accenno di informazione è stato subito sedato con azioni di censura molto forti.