El Salvador


Le adozioni sostengono la scolarizzazione di bambini e giovani a diversi gradi di istruzione iniziate durante la guerra civile in zone rurali, molto povere. Quetzaltepeque è il centro di riferimento.



Chi le segue sul territorio

Il nostro punto di riferimento in El Salvador è la "Parroquia San Josè" di Quezalpeque, cittadina situata nel nord ovest del paese.
Il parroco padre Carlos Vasquez è in contatto periodico con la nostra associazione e garantisce la continuità del progetto in tutto il territorio salvadoregno.
Attualmente la coordinatrice delle adozioni che mantiene i contatti con le comunità in cui sono attive delle adozioni è Catalina Aviles.


Quante sono

Nel 2010 il progetto prevede 100 adozioni a distanza così ripartite:

- 41 nelle comunità di San Ramon
- 4 nella comunità di Emiliani
- 8 nella comunità di San Juan
- 2 nella comunità El Zaite
- 5 nella comunità di Tierra Fertil
- 40 nella comunità Quezaltepeque.


Quanto durano

La durata dell'adozione a distanza dipende dalla volontà e dalla disponibilità di chi decide di partecipare a questa forma di solidarietà.
Chiaramente la volontà dell'associazione e dei nostri referenti in El Salvador è quella di seguire e sostenere gli adottati in tutto il loro ciclo di studi, dalla scuola dell'obbligo sino all'università. Per quanto è nelle sue possibilità, l'associazione promuove gli studi che abbiano una finalità sociale e che permettano l'inserimento in settori lavorativi particolarmente carenti come quello infermieristico o quello dell'insegnamento; inoltre chiede agli studenti di optare per le scuole pubbliche, in ogni caso con costi di frequenza sostenibili ed equi.


Quanto costano

Un'adozione a distanza in El Salvador costa 230 euro all'anno.



Che cosa si provvede

Con questi soldi si coprono le spese di iscrizione annuali, di trasporto e le spese relative al materiale didattico.


Come si comunica

I referenti del progetto mantengono una comunicazione continuativa con la nostra associazione, sia via internet sia con telefonate periodiche. Molti volontari di SVDP hanno in passato compiuto viaggi di conoscenza in El Salvador, riportando ogni volta impressioni e consigli per la prosecuzione del progetto.
Anche padre Carlos ha avuto modo di conoscere durante alcune visite fatte in Italia il gruppo di padrini e la realtà della nostra associazione.